Passeggiando nel parco, lungo il sentiero 2, giunti sotto la collina a pochi passi dalla casa, ci sono gli ingresso di un cunicolo, scavato dai contadini della zona, durante la seconda guerra mondiale, per proteggere la propria vita dai bombardamenti.

 

 

Terni, infatti, dall’11 agosto del 1943, fu sottoposta per mesi ad una serie ininterrotta di bombardamenti a tappeto che distrussero l’80% dell’antica città.

Il tunnel, completamente scavato a mano, di dimensioni abbastanza ampie da permettere il passaggio di una persona in piedi, entra in profondità nella montagna, per una lunghezza di circa 30 metri, ed ha 4 uscite distinte, lontane una dall'altra, per permettere la fuga in caso di crollo.

Entrando nel cuore della collina, con l'aiuto di una torcia, si possono vedere ancora le nicchie dove venivano appoggiate le candele, le pietre tagliate dove gli abitanti della zona si sedevano e aspettavano la fine di quei tragici momenti, ed alcune scritte ormai quasi completamente cancellate dal tempo.

Iscriviti alla Newsletter
Privacy e Termini di Utilizzo

Offerte

Umbria da vivere

Video

B&B La Porta della Valnerina, Via Centrale di cervara, 53 - 05100 TERNI Umbria Italy - Tel: (+39) 347.7609678 - Mail: info@laportadellavalnerina.com

Powered by Latoweb - www.latoweb.it - © 2015

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi' acconsenti all'utilizzo dei cookie.